Archivi tag: Cenerentola

14/01/2023 “Una Cenerentola a Manatthan” di Felicia Kingsley


Editore ‏ : ‎ Newton Compton Editori (28 maggio 2020)
Pagine: 416 (copertina flessibile)
Link d’acquisto: qui

SINOSSI

Un paio di scarpe possono cambiarti la vita” è una frase che non ha mai convinto Riley, e i colpi di fulmine per lei sono sempre stati e rimangono un fenomeno atmosferico. Orfana da quando aveva dieci anni, a ventisette ha tutt’altro a cui pensare: una matrigna succhia-soldi che le inventa tutte per ostacolarla; due sorellastre aspiranti web star, sempre impegnate a tiranneggiarla; tre lavori che deve fare per riuscire a vivere nella Grande Mela; e, per non farsi mancare nulla, il romanzo a cui sta lavorando da due anni e che sogna di poter pubblicare. Ma a New York le occasioni sono dietro l’angolo e un galà in maschera a Central Park potrebbe rappresentare il trampolino perfetto per realizzare il suo sogno. Quello che Riley non ha considerato è che a una festa del genere si possono fare anche incontri inaspettati…

La mia opinione

“Una Cenerentola a Manatthan” è un romanzo di Felicia Kingsley. Ho sempre voluto leggere un suo libro (vi dirò che ho un bel po’ di suoi libri scaricati nel mio kindle), ma ci volevano i viaggi casa – lavoro e viceversa a farmi scoprire questa autrice. Infatti anche questa volta non l’ho letto, ma l’ho ascoltato. La voce narrante è di Valentina De Marchi, bravissima doppiatrice e perfetta per immedesimare il lettore nella storia.

Una Cenerentola a Manatthann” è un remake della famosa favola “Cinderella“, conosciuta da noi come “Cenerentola”. Questa volta la protagonista, Riley Moore, non si sporcherà di cenere, né farà da cameriera alle sue sorellastre, ma sarà una tuttofare moderna che non smetterà di sognare.

Riley è orfana prima di madre e poi di padre. Quest’ultimo, dopo la morte della mamma di Riley, si risposa con una donna simile in tutto è per tutto alla perfida matrigna della famosa favola. Infatti la matrigna ha due figlie, belle, ma stupide. L’unico interesse è arrivare ai piani alti di New York. La piccola Riley, che alla morte del padre ha solo dieci anni, si ritrova nelle grinfie di questa donna senza scrupoli.

La bimba cresce e diventa una donna bellissima con tanto di laurea alla Columbia University in giornalismo. Riley dovrà rinunciare a tanto, soprattutto all’eredità dei suoi genitori, ma non mollerà, nonostante la matrigna faccia di tutto per renderle la vita un incubo.

La nostra moderna Cenerentola, ha un sogno, non quello di trovare il principe azzurro che la salvi dalle grinfie della perfida matrigna e la porti al suo castello, ma quello di pubblicare un romanzo e farà di tutto per riuscirci.

Vi starete chiedendo se anche qui c’è un ballo. E sì! Riley si trasformerà in una perfetta Cenerentola con tanto di scarpette luccicanti e costose. Al ballo, in maschera, a tema “Una notte di mezza estate”, la giovane incontrerà il suo principe/pirata o meglio lo scapolo d’oro di New York, Jesse Crawford, senza però saperlo.

I sogni son desideri
scritti in fondo al cuor
non disperare del presente
ma credi ciecamente
che il sogno realta’ diverra’…

Vi ricorda qualcosa questa canzone? Un testo che calza a pennello, proprio come le scarpine di cristallo di Cinderella o meglio di Riley alias Cenerentola.
Riley perderà la scarpetta? Questo lo dovrete scoprire voi.

In questo romanzo c’è di tutto e ci sono parti che vi lasceranno senza fiato.
Premetto che non avevo letto nessuna recensione su questo romanzo e che quando ad un certo punto della storia, è iniziata la descrizione di una scena bollente da “Cinquanta sfumature di grigio”, ho avuto la sensazione che la favola finisse, ma non è stato così, perché il romanzo è magnifico. Se “Cinquanta sfumature di grigio” l’ho iniziato e poi abbandonato nel dimenticatoio, “Una cenerentola a Manathann” è divertente e un po’ magico, in poche parole stupendo. Mi sono divertita tantissimo e mi sono emozionata con la protagonista. Prende spunto da diverse commedie romantiche del cinema, tra cui “Il  Diavolo veste Prada”.

Ovviamente i protagonisti sono stereotipati: lei, Riley Moore, bellissima e intelligente; lui, Jesse Crawford, bellissimo, ricco e in carriera. Ma questa è una favola e come tutte le favole che si rispettino, la principessa e il principe devono essere così, altrimenti la storia non farebbe presa.

Foto Instagram

Se volete evadere dalla realtà e sognare un po’, vi consiglio di leggere questo romanzo. Ovviamente è vietato ai minori di una certa età per alcune scene hot (alla fine sono solo due). È giusto puntualizzare.

Il mio voto per questo romanzo è:

5 pinguini ascoltatori.

A presto,

la vostra blogger Lucia.

Alcune immagini sul sito sono tratte da internet e costituite da materiale largamente diffuso. Qualora il loro uso fosse soggetto a diritto d’autore, provvederò alla loro pronta rimozione in seguito alla segnalazione via email.