Premio “B. B. B. award”

11/06/0218 Premio “B. B. B. award”.

Ciao a tutti lettori!

Oggi rispondo al premio che mi ha conferito Diletta Veluti.

Il riconoscimento è il “B.B.B. award”, in cui B.B.B. identifica Bastiano Baldassarre Bucci, ossia il protagonista del libro “La Storia Infinita” di M. Ende. Quando ero una bambina ho visto il film e ne sono rimasta incantata, quindi non posso che accettare il premio e partecipare. E’ anche un modo per conoscersi meglio.

Ringrazio di cuore la  bravissima blogger Diletta per avermi nominata e vi rimando al suo fantastico blog ” La cantastorie dei boschi” che  si arricchisce sempre di novità e di tutta la passione per il mondo dei libri.

Regole:

– ringraziare chi vi ha dato il premio;

– rispondere alle domande;

– girare il premio ad almeno tre blogger.

1) Cosa sono per te i libri?

I libri sono il mio altro mondo. Un luogo dove rifugiarmi e fermarmi quando nella mia vita tutto corre troppo in fretta: la famiglia, il lavoro e la casa da sistemare; Un luogo dove posso essere chi voglio. I libri mi arricchiscono il cuore e la mente.

2) Consiglieresti mai un libro?

Sí, consiglierei un libro, ma in base alla persona che mi chiede il consiglio.

3) Copertina, titolo, numero di pagine: ti fai influenzare da questi tre elementi nella scelta di un libro?

A primo impatto ciò che mi colpisce di un libro sono  la copertina e il titolo.  La trama  e i consigli di altri lettori sono tra i fattori che alla fine mi portano a leggerlo. Mi capita però che mi chiedano di leggere un libro di cui non ho mai sentito parlare, allora qui interviene l’istinto. Le pagine non influenzano la mia scelta, perché se ho voglia di leggere un libro, quello che conta è altro.

4) Autori nuovi: sì o no?

Sí, certamente. Mi capita di leggere spesso autori sconosciuti.

5) Libri semi/auto pubblicati: sì o no?

Si, perchè a volte si scoprono dei talenti e delle splendide idee. L’unica pecca è che a volte si trovano libri con delle belle idee, ma scritti grammaticalmente male, e questo mi da molto fastidio, perchè in un libro cerco anche tecnica, struttura e giusta sintassi.  In questo modo ho la possibilità di imparare e migliorare anche io. Quale migliore scuola se non quella dei libri!  Bisognerebbe fare più attenzione prima di pubblicarli, magari farli leggere a qualcuno un po’ più esperto.

6) Leggi più libri insieme o uno alla volta?

Leggo un libro alla volta. Quando mi immergo nella lettura di un romanzo, mi piace gustarlo dall’inizio alla fine senza distrazioni.

7) Il libro che vorresti aver scritto?

La risposta è’ difficile.  Il mondo dei libri è così vasto e le idee così tante. Non esiste perciò un solo libro che vorrei aver scritto, ma se dovessi scegliere, sceglierei:  “Delitto e Castigo” di Dostoevskij, “Cime tempestose” di Emily Brontë, “Il nome della rosa” di Umberto Eco“Il signore degli anelli”  di J. R. R. Tolkien, “Io Robot” di Asimov, una raccolta di racconti dove troviamo esplicitate le tre leggi della robotica, alla base di tutta la fantascienza sui robot,  e infine “Harry Potter e la pietra filosofale” di J. K. Rowling che ha creato un mondo che continua a far sognare grandi e piccoli.  Ne aggiungerei altri, ma mi fermo qui.

Nomino:

– La libreria di Luce

– Il buon vecchio libro

– Reading is Bealiving

Chiunque volesse rispondere ad uno dei quesiti sopra esposti,  è libero di farlo, anzi mi farebbe un grande piacere.

Per oggi è tutto,

la vostra blogger Lucia.

 

2 pensieri su “Premio “B. B. B. award”

Lascia un commento