La mia classifica dei film di Natale

La mia classifica dei film di Natale

Ho già fatto l’albero e il presepe e anche se questo periodo di avvento è iniziato con un bel virus che mi ha tenuto a casa per una lunga interminabile settimana, non posso non dire che lo spirito del Natale inizia a farsi sentire.

Allora ho pensato di fare una classifica dei film che mi piace guardare durante le feste, seduta sul divano con la mia famiglia, a ridere, a sognare e a viaggiare verso il Polo Nord per incontrare Babbo Natale. Film divertenti, fantastici e anche romantici per gustare a pieno la magia del Natale.

1 Mamma ho perso l’aereo

Mamma, ho perso l’aereo è un film di genere commedia del 1990, diretto da Chris Columbus, con Macaulay Culkin e John Heard. Durata 106 minuti. Distribuito da TWENTIETH CENTURY FOX (1990) – 20TH CENTURY FOX HOME ENTERTAINMENT.

TRAMA MAMMA, HO PERSO L’AEREO:

I signori McCallister in partenza per le vacanze di Natale con la numerosa famiglia si accorgono solo dopo il decollo dell’aereo di aver dimenticato a casa il più piccolo dei suoi figli. Il piccolo Kevin rimasto solo non si perde d’animo, egli infatti si prenderà cura della casa a modo suo, riuscendo perfino a sgominare una banda di maldestri scassinatori.

2  L’amore non va in vacanza

L’amore non va in vacanza è un film di genere commedia, sentimentale del 2006, diretto da Nancy Meyers, con Cameron Diaz e Kate Winslet. Uscita al cinema il 09 febbraio 2007. Durata 138 minuti. Distribuito da UIP.

TRAMA L’AMORE NON VA IN VACANZA:

Tradite dai loro uomini e sfortunate in amore, due donne che non si conoscono e che vivono in continenti diversi, una è americana e l’altra è inglese, s’incontrano su internet e decidono di scambiarsi la casa per le vacanze, chissà che un po’ d’aria nuova e il trovarsi in un paese diverso non le aiuti a fare nuove conoscenze e magari trovare quella fortuna in amore che sino a quel momento ad entrambe ha voltato le spalle…

3 Miracolo nella 34° strada

Miracolo nella 34° strada è un film di genere fantasy, family del 1994, diretto da Les Mayfield, con Richard Attenborough e Elizabeth Perkins. Durata 114 minuti. Distribuito da FOX (1994).

TRAMA MIRACOLO NELLA 34°STRADA:

Tony, il Babbo Natale che inaugura i festeggiamenti natalizi dei grandi magazzini di Cole a New York, è ubriaco, e così viene sostituito in tutta fretta, su idea della dinamica direttrice del marketing, Dorey Walker, da Kriss Kringle, anziano signore che già aveva rimbrottato aspramente l’uomo per la sua condotta scandalosa, e sembra (e sostiene personalmente di essere) l’autentico Babbo Natale. Dopo la trionfale parate con la slitta e renne, costui intrattiene i bimbi da Cole, e talora indirizza i loro genitori in ristrettezze finanziarie dove possono comprare a prezzi inferiori, cosa che dapprima sconcerta Dorey, che poi ha l’idea, su consiglio dell’amico Brian Bedford, avvocato, innamorato segretamente di lei, di sfruttare la cosa come campagna pubblicitaria con enorme successo. Anche la figlioletta di Dorey, Susan, è conquistata da Kriss, che le promette per Natale una nuova casa, un papà ed un fratellino. Il rivale di Cole, Lamberg, è furente, e incarica i suoi promoter Jack Duff e Alberta Leonard, di ingaggiare Kringle. Al suo rifiuto, decidono di rovinarlo. Corrompono Tony perché provochi Kringle, che accusato addirittura di molestie ai bambini si avventa per colpirlo e viene arrestato. Scagionato dall’accusa di percosse, resta in una clinica perché sostiene di essere babbo Natale in persona. Il pubblico ministero Ed Collins, amico di Lamberg, nonché del giudice, briga per ottenere l’interdizione dell’uomo.

4. S.O.S Fantasmi

S.O.S. fantasmi è un film di genere commedia del 1988, diretto da Richard Donner, con Karen Allen e Brian Doyle-Murray. Durata 95 minuti. Distribuito da UIP (1989)-CIC VIDEO – PARAMOUNT.

TRAMA S.O.S. FANTASMI:

A Natale l’autoritario presidente di un network americano, Frank Cross, mentre sta per mandare in onda uno spettacolo ispirato al racconto di Dickens viene colto da allucinazioni. Si trova al centro di incbi che lo proiettano prima al centro di un Natale passato, poi di un Natale in cui assiste sgomento al proprio funerale. L’impietosa lezione lo costringe a riflettere sul significato di bontà e altruismo del Natale.

5. POLAR EXPRESS

Polar Express è un film di genere fantasy del 2004, diretto da Robert Zemeckis, con Tom Hanks e Leslie Zemeckis. Uscita al cinema il 03 dicembre 2004. Durata 100 minuti. Distribuito da Warner Bros.

TRAMA POLAR EXPRESS:

Un ragazzino è sdraiato nel suo letto, sveglio la vigilia di Natale, eccitato e attento. Aspetta. Vuole udire qualcosa che ha paura di non aver mai sentito, il suono delle campanelle della slitta di Babbo Natale. A cinque minuti alla mezzanotte improvvisamente un rombo fragoroso fa sobbalzare il ragazzo, che attraverso i vetri appannati vede una cosa straordinaria: un treno nero lucido che si ferma proprio davanti a casa sua. Il ragazzo si precipita fuori, con indosso solo il pigiama e le pantofole, e il macchinista, che sembra lo stia aspettando, gli chiede: “Allora, vieni?”. “Dove?” “Ma come, al Polo Nord ovviamente. Questo è il Polar Express”…

Questa è la mia classifica dei film di Natale.  Sono curiosa di conoscere la vostra e anche di avere dei consigli su cosa vedere durante le feste ormai prossime.

A presto,

Lucia.

Segnalazione -I doni della madre Terra di Chantal Lazzaretti

11/12/2017 Segnalazioni e consigli di lettura

“I doni della madre Terra” di Chantal Lazzaretti

Un futuro lontano, un’avventura romantica nel libro d’esordio di Chantal Lazzaretti.

 

Autrice Chantal Lazzaretti

Genere Fantascienza

Costo 15,00 euro

Linee infinite Edizioni

Pag 402

Link d’acquisto qui

La sinossi

In un futuro lontano, il genere umano si trova coinvolto in un’avventura straordinaria alla
riscoperta del pianeta Terra. Gli uomini arrivano da un mondo senz’anima, tecnologicamente avanzato ma ormai privo di ri­sorse, per ritornare alle origini.
Vogliono ripercorrere le orme dei propri avi, riscoprendo la vita senza le barriere e i filtri
imposti dall’utilizzo costante della tecnologia.
Madre Natura è pronta ad acco­gliere i propri figli regalando loro gioie e sfide da affrontare.
Tutto è nuovo e molte cose sono cambiate sulla Terra. Alexy vive sulla propria pelle quest’avven­tura e, insieme ai suoi compa­gni, scopre i misteri di questo nuovo pianeta. Il mare è senza dubbio l’attrattiva più grande e i suoi segreti richiamano l’atten­zione della ragazza.
Qualcosa la segue costantemen­te nelle sue esplorazioni marine e un ragazzo dai profondi occhi blu le compare davanti miste­riosamente. Una presenza ma­gnetica, ipnotica, che porta
Alexy ad innamorarsi di lui perdendo di vista la realtà.
Fantasia e certezze si alternano.
Nuovi luoghi ed esseri straor­dinari si susseguono mettendo in dubbio la presenza del ra­gazzo dagli occhi blu. Molte domande tormentano Alexy. Di chi si potrà fidare? Chi dice la
verità? Qual è la realtà? Chi de­ve temere?

 

Biografia dell’autrice Chantal Lazzaretti (1988) amante dell’arte in tutte le sue forme. Curiosità storiche e scientifiche, viste nel più vasto quadro della condizione umana, sono l’humus della sua narrazione. “I doni della Madre Terra” è il suo primo romanzo. 

Qualche curiosità sul romanzo e sull’autrice.

La trama è affascinante, cosa ti ha portato a scrivere una storia del genere? 

Alcuni documentari storici mi hanno ispirato molto. Sapere come vivevano le persone nel passato mi ha portato a fantasticare su come saremmo potuti essere visti noi dagli uomini del futuro. Mi sono chiesta come sarebbe potuto essere il futuro e soprattutto come si sarebbero potuti evolvere i pochi uomini rimasti sulla Terra se l’umanità fosse costretta a trasferirsi su un altro pianeta.

Con questo romanzo d’esordio, vuoi mandare un messaggio ai tuoi lettori? 

Mi piacerebbe che le persone si soffermassero un po’ di più a osservare la natura che ci circonda. Spesso e volentieri siamo presi dagli impegni quotidiani di tutti giorni e non ci fermiamo a osservare. Credo che solo questo servirebbe ad amare e rispettare di più il nostro pianeta e le persone che vi abitano.

Quale genere di libri  preferisci leggere? 

Vario molto. Dipende da come sono ispirata. Ultimamente ho letto più che altro libri a tema storico ma amo molto anche i thriller. 

Nello scrivere questa romanzo, ti ha ispirato qualche libro in particolare? 

Sicuramente i libri di Alberto Angela. Mi piace la sua semplicità di linguaggio che può arrivare a tutti portandoci a conoscere la storia e la vita nel passato.

Spero che il libro vi abbia incuriosito.

A presto,

Lucia.

Se volete potete lasciare un commento perchè è sempre gradito e se il blog vi piace,  potete anche iscrivervi. Questo mi farebbe molto piacere.

 

 

 

Recensione “Green – La trilogia delle gemme” di Kerstin Gier

09/12/2017 Le mie recensioni

“Green – La trilogia delle gemme” di Kerstin Gier

 

Copertina flessibile: 429 pagine

Formato ebook: 7,99 euro

Copertina rigida: 12,00 euro

Link d’acquisto qui

Editore: TEA

 

 

Sinossi

“Sono davvero contento di avere chiarito le cose. In ogni caso resteremo sempre buoni amici, giusto?” Quando un ragazzo dice così a una ragazza non è che la renda pazzamente felice. Se poi il ragazzo in questione è Gideon de Villiers, occhi verdi e capelli corvini, Gwendolyn Shepherd, la destinataria del messaggio, si sente precipitare decisamente negli abissi dell’infelicità. E sì, perché, nelle due settimane che le hanno sconvolto la vita, facendole quasi dimenticare di essere una normale studentessa di sedici anni di una normale scuola londinese, Gideon le era sembrato la sua unica ancora di salvezza. Solo da due settimane, infatti, Gwen ha scoperto di essere predestinata a viaggiare nel tempo per portare a termine una missione pericolosissima da cui dipende il destino dell’umanità intera. Una faccenda che, in realtà, non le interessa affatto, diversamente dalla cugina Charlotte, che era convinta di essere lei la predestinata e che era stata educata ad affrontare situazioni e persone di ogni tempo e ogni luogo. Solo per Gideon, il suo compagno di viaggi nel passato, Gwen ha trovato sopportabile l’essere sballottata da un secolo all’altro alla ricerca di un cronografo perduto, ma ora perché dovrebbe continuare a lasciarsi tiranneggiare dall’implacabile setta dei Guardiani? D’altra parte, è vero che a poco a poco sta scoprendo segreti insospettabili sulla propria famiglia che la riguardano molto da vicino…

La mia recensione

Green, ultimo capitolo della trilogia delle Gemme. Anche questo letto tutto d’un fiato. Scorrevole, piacevole e divertente, quasi come i precedenti.

La storia parte dal punto esatto in cui avevamo lasciato tutti i vari personaggi e come sempre il prologo inizia con Lucy e Paul, cugini lontani della protagonista Gwendolyn, la dodicesima viaggiatrice del tempo.  Una ragazza speciale con dei doni che non le invidio proprio, ma che lei, con una forza d’animo e un’ironia che la contraddistingue, riesce a fronteggiare.

In “Green” finalmente i segreti e quello che si nascondeva dietro le antiche profezie vengono svelate. Alcuni già di facile intuizione per il lettore, altri meno. Il finale mi ha lasciato a bocca aperta perché non mi aspettavo una certa cosa.

Non posso non dire che alcuni salti temporali mi hanno lasciato un po’  perplessa. Credo che per l’autrice non si stato facile scrivere un romanzo sui viaggi del tempo dove bisognava evitare paradossi o altre deviazioni temporali.

Ho anche avuto l’impressione che nei capitoli che precedono il gran finale certe cose siano state scritte troppo velocemente, un po’ per  creare il mistero fino alla fine, un po’ secondo me, perché l’autrice era stanca e voleva uscirsene il prima possibile. Per esempio mi sarebbe piaciuto di più che  approfondisse il rapporto tra Lucy, Paul e Gwendolyn. Qualche battuta e scena in più mi avrebbe fatto solo piacere. Oppure l’autrice non spiega perché il dottor White aiuta Gwendolyn in una determinata situazione.

Comunque alla fine la storia mi è piaciuta molto, ma un po’ meno dei primi due libri,  e i personaggi come Gwendolyn e Xemerius mi mancheranno per la loro ironia e simpatia.

Gideon alla fine si è rivelato essere migliore di quello che appariva all’inizio, forse un po’ troppo sdolcinato,  e naturalmente  Leslie che come sempre è stata fondamentale nell’aiutare l’amica a risolvere enigmi e problemi di cuore.

Kerstin Gier è stata un bellissima sorpresa e credo che leggerò di lei anche La trilogia dei sogni.

Green, così come Red e Blue lo consiglio a chi ama il fantasy, a chi ha sempre sognato di viaggiare nel tempo e alle ragazze che sognano di trovare il grande amore.

Vi lascio con le parole che Kestrin Gier dedica a tutte le ragazze giovani e meno giovani:

Per tutte le ragazze dal cuore di marzapane (e intendo proprio tutte le ragazze del mondo. L’emozione è sempre la stessa , a quattordici anni come a quarantuno).

Il mio voto per questo romanzo è

4 pinguini lettori.

Per chi non lo sapesse  ho scoperto, grazie ad una lettrice del blog,  che della “Trilogia delle gemme” sono stati tratti tre film che in Italia troviamo con il nome di Ruby Red (Rubinrot) , Ruby Red II – Il segreto di Zaffiro (Saphirblau) e Ruby Red III – Verde smeraldo (Smaragdgrün). Tutti di produzione tedesca. Io non li ho ancora guardati, ma spero di farlo presto.

Ecco il trailer di Ruby Red.

Buona lettura e buona visione, per chi può.

A presto,

dalla vostra blogger Lucia.

 

 

Segnalazione “Credevo di essere morta (invece mi sbagliavo)” di Black M.P.

06/12/2017 Segnalazioni e consigli di lettura

“Credevo di essere morta (invece mi sbagliavo)” di Black M.P.

Quando M.P. Black pseudonimo di Paola De Pizzol ha mostrato a tutti i suoi lettori e amici il suo nuovo lavoro, ho subito dato la mia disponibiltà per segnalarlo nel blog. Sia perchè l’autrice è molto brava e so che questo romanzo non  deluderà le mie aspettative, sia perchè le storie sulle seconde possibilità mi attirano molto.

“Credevo di essere morta (invece mi sbagliavo)” è un romanzo divertente, magico  ed emozionante. Un libro da regalare a Natale a chi ama sognare e vuole viaggiare con la fantasia.

 

EDITORE: EMMA BOOKS

FORMATO DIGITALE

N. PAGINE: 189

PREZZO EBOOK: € 4,99

DATA DI USCITA: 30 NOVEMBRE 2017

 

Sinossi

Sue Brown ha venticinque anni, è bella, ricca e potente, e vive a Manhattan. Alla morte del padre, ha ereditato l’azienda di lingerie da lui fondata ma non è felice; sono mesi ormai che detesta tutto e tutti, soprattutto il Natale. Rimasta sola in ufficio la notte della Vigilia, si reca in un pub per trascorrere la serata ma è coinvolta in un terribile incidente stradale. Per lei non c’è più niente da fare. Anche se…

Quando Sue riapre gli occhi, non riesce a credere a ciò che la circonda. Dove si trova? Scopre presto di essere in Cielo e ad accoglierla c’è John, il suo… angelo custode. Da lui apprende come vivere in quella nuova dimensione, in attesa che le assegnino la “destinazione finale”.

Sue, sgomenta, comincia a barcamenarsi nella sua vita alternativa fino a quando un incontro, inaspettato come il sole della Cornovaglia, cambierà le carte in tavola e le darà l’opportunità di cambiare il suo destino…

PAGINA LIBRO DAL SITO DELLA CASA EDITRICE:

http://www.emmabooks.com/index.php/2017/11/credevo-di-essere-morta-invece-mi-sbagliavo-di-mp-black/

Link d’acquisto  amazon qui

Breve biografia

M.P. Black, al secolo Paola De Pizzol, vive sulle dolci colline venete con la famiglia e un numero imprecisato di gatti. Scrive fin da piccola e si è affacciata al mondo dell’editoria per la prima volta nel 2008, con la saga di Lisa Verdi. Ha pubblicato i due volumi de I Guardiani delle Anime e il romance a sfondo esoterico La rosa e il pugnale, che hanno vinto importanti riconoscimenti nell’ambito del Premio Cittadella nel 2014 e nel 2015. Predilige il genere fantasy e il romance; scrive sia per adulti che per ragazzi; per questi ultimi porta avanti da anni un progetto nelle scuole medie del Veneto basato sulla sua trilogia I viaggiatori del tempo (Dri Editore).

Il suo motto è: “Di’ sempre di sì a una nuova avventura”

Della stessa autrice ho recensito il romanzo per ragazzi ” I viaggiatori del tempo – La pergamena perduta”. La trovate qui

Buona lettura,

Lucia.

 

Recensione “Blue” La trilogia delle Gemme di Kerstin Gier

Le mie recensioni

02 /12/2017 “Blue – La trilogia delle gemme” di Kerstin Gier

 

Formato ebook: 7,99 euro

Copertina rigida: 12,00 euro

Link d’acquisto qui

Editore: TEA

Pag: 345

Trama

Molto probabilmente il mio organismo aveva prodotto più adrenalina negli ultimi giorni che nei sedici anni precedenti. Erano successe così tante cose e avevo avuto così poco tempo per riflettere” Gwendolyn ha tutte le ragioni di questo mondo per pensarla così. Ha appena scoperto di non essere una normale ragazza londinese, bensì una viaggiatrice nel tempo che i Guardiani – una setta segreta che ha sede nel dedalo di vie intorno a Temple Church – inviano nelle epoche passate per prelevare una goccia di sangue dai dodici prescelti e completare il cronografo, una missione da cui dipende il destino dell’umanità. Peccato che la sua famiglia non l’avesse informata perché tutti erano convinti che la predestinata fosse l’odiosa cugina Charlotte e peccato che, di conseguenza, Gwen avesse trascorso gli ultimi sedici anni della propria vita a studiare (poco), giocare (molto), chiacchierare e divertirsi con le amiche come ogni ragazza. Mentre avrebbe dovuto imparare a tirare di scherma, ballare il minuetto, apprendere nozioni di storia universale e conversare in modo appropriato con l’aristocrazia del Settecento. Quasi tutto, nella sua nuova situazione, la infastidisce: essere sballottata avanti e indietro nei secoli, la supponenza mista a invidia della cugina Charlotte, la noia delle lezioni di ballo e portamento…

La mia recensione

Secondo capitolo della Trilogia delle Gemme che vede sempre come protagonista la sedicenne Gwendolyn , il rubino e  la dodicesima viaggiatrice del tempo. L’avevamo conosciuta nel primo libro: simpatica, divertente, capace di cogliere la nota positiva là dove invece non c’è. Una ragazza che all’improvviso scopre di avere il dono di viaggiare nel tempo e di essere la predestinata di un segreto che solo in pochi conoscono.

Ha un amica Leslie a cui confida tutto, due fratelli Nick e Caroline che l’adorano e la madre Grace che farebbe di tutto per proteggerla da quelli che si definiscono i Guardiani.

Nei viaggi del tempo Gwendolyn è accompagnata da Gideon,  a lui è associato il diamante e la figura del leone. Un tipetto che può apparire antipatico e altezzoso, ma che via via si svela attraverso gli occhi di Gwen.

Infatti la storia è raccontata in prima persona dalla stessa protagonista. Così ci racconta di  Charlotte, invidiosa cugina che per anni ha creduto di possedere il dono dei viaggi nel tempo e che adesso si ritrova spodesta da questo ruolo,  di  un certo Giordano, tuttologo del tempo,  che le  vuole insegnare a tutti i costi come comportarsi ad un soire, come ballare nell’ottocento, lanciandole nel frattempo insulti e offese che butterebbero giù qualsiasi ragazza con poco autostima. Gwen per fortuna riesce sempre a sdrammatizzare.

In questa nuova avventura arriva anche un nuovo personaggio, Xemerius, un demone doccione, simpaticissimo, divertentissimo, che all’inizio sembra stare in mezzo alla storia  con un ruolo marginale , ma alla fine diventa indispensabile sia per  Gwen sia per il lettore che non può farne più a meno, almeno per la sottoscritta.

Non è da tutti avere il dono di vedere i fantasmi e Gwen ha anche la mala sorte di possederlo. Viene definito il potere del corvo, la capacità di vedere chi è morto. Cerca di nasconderlo quasi a tutti e a volte può sembrare una pazza quando parla a chi non è visto  da altri, mentre si addestra con la spada con un cavaliere invisibile, James,  morto da 200 anni e che non accetta la sua situazione e crede di essere sotto l’influenza di una febbre che lo fa delirare.

Non mancano personaggi inquietanti come il Conte di Sant German, Lord Alastair  e i misteriosi viaggiatori del tempo Paul e Lucy, cugini che hanno deciso di vivere nel 1912, a cui l’autrice in tutti e tre libri dedica sempre il primo capitolo.

“Blue” l’ho letto tutto ad un fiato, per la scorrevolezza e per  l’umorismo, che normalmente non si trova in un fantasy e che le da un tocco in più, insieme al tema  dei viaggi nel tempo.

La presenza  del cronografo,  un oggetto simile ad una macchina del tempo che solo i 12 viaggiatori del tempo possono usare e che risulta punto focale della storia.

Lo stile semplice con cui la scrittrice descrive ciò che vede e prova  la protagonista femminile Gwendolyn, un’eroina simpatica che sdrammatizza quando  altri la giudicano  goffa e imperfetta: un vero disastro.

Come ciliegina sulla torta Kerstin Gier ha inserito nell’introduzione all’ultimo capitolo una frase dello scienziato e fisico, Stephen Hawhing e questo l’ho apprezzato molto:

Siamo in grado di vedere una tazza che cade da un tavolo e va in frantumi, ma non riusciremo mai a vede una tazza ricomporsi e tornare sul tavolo. Questo incremento del caos, o entropia, è ciò che distingue il passato dal futuro e che dà una direzione al tempo. (Stephen Hawking) 

Il mio voto per le emozioni piacevoli che mi ha suscitato questo secondo volume della trilogia delle Gemme è di

5 pinguini lettori.

Buona lettura,
Lucia M.

Trovi la mia recensione di RED, primo volume della Trilogia delle Gemme, qui

I commenti sono sempre molto graditi.

Segnalazione “BERSERKR” di Alessio Del Debbio

27 Settembre 2017 Segnalazione

“Berserkr” un fantasy di Alessio Del Debbio

Cari lettori, come amante del genere  non posso che consigliarvi un fantasy uscito da poco nelle librerie, ambientato in una Berlino alternativa, scritto da un autore Alessio Del Debbio che si occupa di mondi fantastici e di tutto ciò che ne fa parte. Un autore che mette tanta passione nel suo lavoro  e che per la copertina di questo nuovo romanzo ha scelto un’illustratrice che ammiro molto: Livia De Simone .

Titolo: Berserkr

Autore: Alessio Del Debbio

Editore: Dark Zone Edizioni

Genere: urban fantasy

Prezzo: 14,90 euro (cartaceo)

Pagine: 192

Isbn: 978-8899845209

Copertina realizzata da Livia de Simone Art.

Trama

Berlino, inizio del terzo millennio. La Guerra Calda è finita, gli Accordi dell’89 sono stati firmati e la città è stata divisa in sette zone, ciascuna assegnata a una delle antiche stirpi. All’interno della ringbahn vivono gli uomini, protetti dalla Divisione, incaricata di mantenere la pace e impedire sconfinamenti e scontri tra le stirpi. Misteriosi omicidi, provocati da sconosciute creature sovrannaturali, iniziano però a verificarsi in tutta la città, rischiando di frantumare il delicato equilibrio raggiunto. La Divisione incarica Ulrik Von Schreiber di indagare, aiutato dal pavido collega Fabian, ben sapendo quanto abbia a cuore il mantenimento della pace. Ma Ulrik non è soltanto un cacciatore, incarna lo Spirito Protettore della Città, l’Orso di Berlino, che non attende altro che liberare la propria furia.

Disponibile su tutti gli store di libri

Amazon: link d’acquisto qui
Ibs: link d’acquisto qui

E’  uscito a novembre 2017 in occasione del Pisa Book Festival.

 Biografia 

Alessio Del Debbio, scrittore viareggino, appassionato di tutto ciò che è fantastico e oltre la realtà. Numerosi suoi racconti sono usciti in riviste (come Con.tempo e StreetBook Magazine) e in antologie, cartacee e digitali (come I mondi del fantasy, di Limana Umanìta Edizioni, Racconti Toscani, di Historica Edizioni, Sognando, di Panesi Edizioni). I suoi ultimi libri sono il romanzo Favola di una falena (Panesi Edizioni, 2016) e i fantasy contemporanei Ulfhednar War – La guerra dei lupi (Edizioni Il Ciliegio, 2017) e Berserkr (Dark Zone, 2017).

Cura il blog “I mondi fantastici” che promuove scrittori di fantasy italiano. Scrive articoli per il portale di letteratura fantastica “Le lande incantate”. È presidente dell’associazione culturale “Nati per scrivere” che sostiene gli scrittori emergenti, soprattutto locali, e d’estate organizza la rassegna “Un libro al tramonto” – Aperitivi letterari a Viareggio, per far conoscere autori toscani.

Contatti

Pagina Facebook “I mondi fantastici – Alessio Del Debbio”:

https://www.facebook.com/alessio.deldebbio/

Sito autore: www.alessiodeldebbio.it

Blog “i mondi fantastici”: www.imondifantastici.blogspot.it

Twitter autore: https://twitter.com/ADelDebbio

Dello stesso autore, nel blog,  trovate la segnalazione del romanzo “La guerra dei lupi”e  una breve intervista. La trovate qui.

Se avete delle curiosità o altro, potete lasciare un commento, è sempre gradito. Io e  saremo felici di rispondere.

Buona lettura,

Lucia M.