Lord of shadows-Il signore delle ombre di Cassandra Clare- Intervista all’autrice

Lord of Shadows di Cassandra Clare

Lingua:inglese

Costo  $14.99 (con il 40% di sconto)

Link d’acquisto qui

Sinossi Emma Carstairs ha finalmente vendicato i suoi genitori. Pensava avrebbe trovato pace. Ma lei è tutto tranne che calma. Divisa tra il desiderio per il suo parabatai Julian e il suo desiderio di proteggerlo dalle brutali conseguenze di una relazione tra parabatai, ha iniziato ad uscire con il suo fratello, Mark. Ma Mark ha passato gli ultimi cinque anni intrappolato in Faerie; potrà mai essere uno Shadowhunter di nuovo?
E la corte delle fate non sta in silenzio. Il Re Unseelie è stufo della Cold Peace e non accetterà più le richieste degli Shadowhunter. Presa tra le richieste delle fate e le leggi del Conclave, Emma, Julian e Mark devono trovare un modo per unirsi per difendere tutto quello a cui tengono-prima che sia troppo tardi.

INTERVISTA A CASSANDRA CLARE DAL BLOG RT books reviews

Conoscete già la mia passione per i libri di Cassandra Clare e per il mondo degli Shadowhunters.

Il 23 maggio è uscito, in lingua inglese, il nuovo capitolo di The Dark artifices – The lord of Shadows, in italiano  uscirà con il titolo “Il signore delle ombre“.

In questa occasione l’autrice Cassandra Clare ha rilasciato un’intervista su un blog per i suoi fans, dove ha parlato del suo amore per i viaggi e di alcuni anticipazioni sui suoi prossimi libri.

Ho provato a tradurre l’intervista e dato che sono un po’ arruginita con l’inglese, vi consiglio comunque di leggere voi stessi l’originale su questo sito: RT books reviews

Q & A: Cassandra Clare parla dell‘universo degli Shadowhunters , della passione per i viaggi e delle anticipazioni sui suoi libri. Tue, 05/23/2017 – 1:00 pm – Recensioni del libro RT

Fans preparatevi. Oggi è il giorno in cui il nuovo libro sugli Shadowhunters di Cassandra Clare esce, il secondo della trilogia Dark Artifices: Il signore delle ombre (Lord of shadows). Il nostro recensionista ha amato così tanto il libro che ha versato molte lacrime mentre leggeva (nel modo migliore possibile). Abbiamo chiacchierato con l’autrice, del libro, della serie, dello spettacolo televisivo e molto di più …

Raccontaci del “Signore delle Ombre” e dell’ispirazione che ti ha portatoa  scrivere  la trilogia “The dark artifices”.

Lord of Shadows è il secondo libro della trilogia “The dark artificies”, che è profondamente influenzato dal mio amore per Phillip Marlowe e il noir. Los Angels ha questo contrasto tra il glamour e lo squallore inserito in modo divertente  nel contesto di Shadowhunters e Downworlders. The dark artifices è ispirato anche alla poesia di Edgar Allen Poe. La poesia “Annabel Lee” svolge un ruolo fondamentale nella serie, e i titoli del Signore delle ombre sono tratti dal poema “Dream-Land”.

“La signora di mezzanotte”, il primo della trilogia, segue gli Shadowhunters dell’Istituto di Los Angeles che cercano di scoprire un misterioso omicidio. Lord of shadows  (“Il Signore delle Ombre”) si svolge dopo gli eventi di Lady Midnight e coinvolge i demoni del mare, un sacrificio devastante, una pericolosa missione di salvataggio, un’antica caccia , un libro d’incantesimo, terrificanti fate piegate per vendetta, rivelazioni familiari, tragedie del passato, cavalli volanti, ballo di mezzanotte e un inaspettata apparizione di un personaggio di Infernal Devices.

Mentre continui a scrivere del tuo amato universo Shadowhunters, come fai a decidere quali storie raccontare e in quale periodo e città ambientarle? I fans hanno mai influenzato le tue decisioni?

Viaggio molto e ho sempre voglia di vedere nuovi luoghi. Tendo a mettere i miei libri in luoghi che amo, come New York City, dove ho vissuto per anni; Londra, la mia città preferita; Los Angeles, dove sono cresciuta.

Per quanto riguarda i personaggi che creo, scrivo i libri con un’idea chiara di chi sono i miei protagonisti. Se i personaggi sono molto amati o sorprendentemente popolari, cerco di pensare ad altri modi per intrecciarli nella storia, e a volte scrivo brevi pezzi che li coinvolgono.

Hai scritto le versioni paranormali di New York, Londra e Los Angeles. Quali sono i luoghi mistici più reali in ciascuna delle città? Dove prendi l’ispirazione per la magia che ambienti in luoghi veri e propri?
Sono sempre alla ricerca di luoghi dove la magia potrebbe nascondersi alla vista. A New York, sono stato ispiratoin City of Bones dal The Marble Cemetery. A Londra, Blackfriars Bridge in un giorno nebbioso è meraviglioso, guardandola come faceva Dickens. A Los Angeles, la spiaggia che fa parte della città e mi da la sensazione di essere incontaminata. Si può stare lì vicino all’oceano e dimenticare tutto della città, dimenticare dove si è. Per me, la costa evoca la tragica storia di “Annabel Lee”, e ho messo questa associazione in Dark Artifices.

Hai detto che stai lavorando su  altre due serie dell’universo degli Shadowhunters, puoi darci qualche spoiler?

The Last Hours riguarda i bambini dei personaggi di The Infernal Devices. È una storia interessante, perché la maggior parte di questi personaggi sono cresciuti senza molto traumi o oscurità. Hanno vissuto in un ambiente abbastanza sicuro, in un momento in cui gli attacchi di demoni sono infrequenti. Quando il pericolo colpisce, infatti sono molto impreparati. Questo è un netto contrasto con i Shadowhunters che abbiamo incontrato prima, che sono cresciuti in tempi tristi e sono stati ben preparati ad affrontare terribili minacce. Per quanto riguarda le Powers Wicked, i protagonisti sono due dei personaggi minori di Dark Artifices!

Il Signore delle Ombre si conclude con una suspance, che ha quasi distrutto il nostro recensore. Sai come la regina dell’aria e dell’oscurità concluderà la trilogia? È già scritto?

Non è scritto, ma so come finisce. Non sempre so come arrivare alla fine ma so dove vado.

Stiamo amando la nuova serie tv Shadowhunters! Come è stata questa esperienza per te, con questa particolare interazione di libro e schermo?

Non sono affatto coinvolta con la serie tv, ma sono contenta che ti stia piacendo. In realtà non lo guardo perché  è così diverso dai libri, per lo più lo trovo confuso. La considero una sorta di dimensione alternativa, versione fan-fiction della storia.

Qual è il miglior libro che hai letto quest’anno?

L’odio di U Give di Angie Thomas

“Il signore delle ombre” uscirà in Italia ad ottobre. Intanto è stata scelta la cover del libro. Che ne pensate?

A presto

L.M.

Lascia un commento