13-06-20 My bullet Journal…Scopriamolo insieme

Ciao amici lettori,

come state? Siamo arrivati alla fase 3 e apparentemente  si sta tornando alla normalità. Questa estate, se tutto procederà bene, dovrei rivedere le mie sorelle che vivono al nord e che mi mancano tantissimo. L’estate è l’unico momento in cui possiamo passare del tempo insieme e quest’anno è tutto un’incognita. Non vi dico che mi sento ancora confusa e spaesata.  Ho avuto difficoltà anche a riprendere la macchina dopo tanto tempo e andare in un centro commerciale.  Lì c’era una strana atmosfera e dopo quasi due ore con la mascherina,  mi sono accorta che mi sentivo più stanca del solito. Si cerca di tornare alla normalità, ma finché questo virus non sparirà del tutto, dovremo rassegnarci ad una vita diversa, a convivere con una situazione di angoscia perenne, a cercare di non pensare al periodo in cui la nostra libertà è venuta meno e alla paura che ritorni quel periodo. Cerchiamo di andare avanti e godiamoci questa estate.🏄‍♂️🌞

Mentre ho una breve pausa prima degli ultimi adempimenti a scuola, che per me termineranno con gli esami di maturità, mi piacerebbe parlarvi della mia passione per le agendine e i calendari.  Non è l’unica mania che ho…colleziono tante altre cose, come segnalibri, libri (ovviamente), fatine, etc…. Il collezionismo fa parte di me, da quando ne ho memoria. Un giorno forse ve ne parlerò.

Di agende ne ho tante e lì scrivo soprattutto appuntamenti e liste . Quest’anno, in particolare, con il lavoro in smart working l’organizzazione è stata fondamentale. Altrimenti non sarei riuscita a fare tutto. Così nelle brevi pause dalle incombenze, ho avuto modo di scoprire il mondo del bullet journal.

Non sapevo che mentre scrivevo i miei appuntamenti, con orari che spaccavano il secondo, le mie liste di compiti da fare e da assegnare, neache fossi stata il primo ministro, con disegnini di tutti i tipi lungo i bordi e non solo (questo non è da primo ministro, lo so), in realtà stavo praticando l’arte del bullet journal.📑  Allora perché non crearne uno per il blog e per instagram, dove la mia organizzazione è pari a zero. E così, in un momento di ispirazione ne ho creato uno. Non è niente di che, ma mi ha rilassato parecchio  e mi ha aiutato ad organizzare meglio il blog, almeno per questa settimana.

Lo so, sembrano disegnini di bambina, ma bisogna pur iniziare…

Ma cosè il bullet journal ?

Il bullet journal (tradotto “diario dei proiettili”)  è un metodo flessibile e personalizzabile per organizzarsi meglio ed essere più efficienti e produttivi.  É stato ideato da Ryder Carrol, digital product designer di New York, dopo diversi anni di sperimentazioni. Ha scritto anche un libro, di cui ho scaricato l’anteprima.

The Bullet Journal Method Collector's Set

“Tieni traccia del passato”

“Ordina il presente”

“Progetta il futuro”

Grazie al mio scrivere tutto nelle agende, riprendendole in mano dopo tanto tempo ho avuto modo di ricordare vecchi appuntamenti, liste di invitati alle feste, compiti in classe, scadenze, etc. In poche parole un tuffo nel passato.

Credo che la cosa che ho apprezzato di più di questo metodo sia la parte personalizzabile. Per chi è creativa diventa anche un modo per rilassarsi. Ovviamente se una persona è super impegnata, non si mette a fare disegnini sull’agenda. Hai già quella con date e tutto, basta solo inserire gli appuntamenti della giornata o della settimana. Quindi non è necessario essere per forza bravi nel disegno.  In un bullet journal si può inserire di tutto  per progettare il futuro. Nel  bullet Journal, creato per il blog,  ho solo inserito i libri in lettura e gli articoli che avevo programmato di pubblicare nel blog. Scrivendo su un’agenda è più facile rispettare i vari  impegni.

Nel metodo originale troviamo simboli e altro, ma io non sapevo neanche esistessero. Si è liberi di organizzare il bullet Journal come si vuole.

Per finire questo metodo serve per organizzarsi, ma anche per chi, vuole esprimere la propria creativa, mettere su carta delle idee, esprimendo anche il proprio stato d’animo.

Non voglio fare pubblicità ma da Tiger ci sono delle agende già precompilate, con tanto di simboli, disegni e numeri. Io ho preferito prenderne una con i fogli bianchi e poi personalizzarla a mio piacimento.

Il bullet Journal mi è servito per riprendere in mano la matita.  Prima era sempre con me: disegnavo, disegnavo…Questa estate spero, essendo più libera, di poterne approfittare per realizzare altro.

Allora, che ne pensate? E voi avete qualche passione? Collezionate qualcosa? Siete persone organizzate? Vi piace l’idea del bullet Journal?

Aspetto, come sempre, i vostri commenti,

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Immagine5-1.png

2 pensieri su “13-06-20 My bullet Journal…Scopriamolo insieme

  1. Il Mondo di SimiS

    Non per fare l’antipatica ma questi bullet jounrnal penso che non siano nulla di nuovo. Non so quando questa tizia abbia coniato il termine ma io, e altre compagne, e chissà quanti prima di me a scuola avevo la mania di decorare i miei diari, scrivendo tutto quello che succedeva e inserendo di tutto e di più. Quelle pagine erano dei diari giornalieri di tutto quello che facevo, inserivo dalle carte delle caramelle ai biglietti del cinema…a qualsiasi cosa capitasse quel giorno. Disegnini poi a volontà.

  2. Lucia Autore articolo

    Ciao Simo, lo penso pure io che non sono niente di nuovo. Infatti proprio mentre li creavo mi sono accorta che erano chiamati bullet Journal. Anche io come te, avevo il diario pieno di disegnini, boglietti, etc….La differenza è che adesso hai la possibiltà di mostrare agli altri la tua organizzazione ed esprimere al meglio la creatività, soprattutto noi che siamo book blogger.😉 Un abbraccio e a presto!!!

Lascia un commento