Archivi tag: libri

16 Gennaio 2024 – Recap di me stessa, letture e dintorni

Ricominciare è sempre difficile, ancora di più dopo le ultime feste natalizie.

Dopo tanti anni io e la mia famiglia abbiamo fatto un bel viaggetto durante queste vacanze. Siamo stati nella zona del novarese, ma abbiamo fatto tappa anche a Milano e Lugano e rivisitato, almeno io, l’acquario di Genova.

Io, come al solito, prima di partire avevo l’ansia a mille. Ormai è così: la mia ansia prende il sopravvento e non vi dico! Per fortuna abbiamo trovato bel tempo e tra un spostamento e un altro, ci siamo goduti la vacanza. Sono stata con le mie sorelle e le persone a cui voglio bene e questo mi ha ricaricato la spina.

Il ritorno però, come già detto, non è stato facile. La carica che avevo si è via via spenta (troppe cose da fare al rientro) e i buoni propositi per l’anno nuovo sono spariti in una nuvola di fumo. Sarà anche il tempo brutto che non aiuta e che invoglia a stare a casa a leggere un bel libro con una copertina sulle gambe, o a guardare serie tv e film, ma a fare tutto il resto passa la voglia.

In tutto questo si aggiunge un intervento ad un dente che in questi giorni, ahimè, mi ha messo fuori uso.

Dopo questi miei pensieri positivi,😁 passiamo a qualcosa di più interessante per voi e per me: i libri.

Letture

I libri sono la mia nota positiva: “Leggere e sognare”, il motto del blog. Quando leggo un libro che mi rapisce, non vorrei mai fermarmi e tutto il resto sparisce.

Ho iniziato il sesto capitolo di “Un’indagine di Cormoran Strike – Un cuore nero d’inchiostro”.

È stato il mio autoregalo di compleanno. Come già avevo scritto in un precedente articolo non potevo resistere e l’ho acquistato.

La serie, ad ora, vede pubblicati sei libri, e questo è il sesto.

“Un cuore nero d’inchiostro” mi sta appassionando molto, ma come tutti i libri della serie è molto lungo, anche se ci sono delle parto un po’ fastidiose, di cui vi parlerò nella recensione. I due protagonisti, Robin e Cormoran, sono ben caratterizzati. Ormai sono così affezionata a loro che sembrano reali. La loro storia diventa sempre più emozionante e l’indagine che li vede coinvolti, è abbastanza complessa. Siamo nel mondo dei videogiochi, serie tv e soprattutto social.

Considerando che il romanzo consta di circa 1200 pagine e sono a meno di metà, la mia opinione dovrà aspettare un bel po’ prima di condividerla con voi.

Intanto vi lascio il link della mia ultima recensione sul quinto volume della serie : “Un’indagine di Cormoran Strike – Sangue inquieto”, pubblicata nel mese di dicembre. Se siete curiosi, cliccate qui.

Oltre a questo mio autoregalo, nella mia libreria, sempre più piena, sono arrivati altri libri: regali di mio marito che conosce bene i miei gusti e le mie manie da collezione.

Ecco una serie di libri illustrati a tema Harry Potter: magnifici! Ogni pagina trasporta il lettore nel mondo del maghetto più famoso del mondo.

Ve li mostro di seguito.

Harry Potter e la Pietra filosofale. Ediz. illustrata : Vol.1″
Realizzata dall’artista britannico Jim Kay, scelto personalmente dall’autrice J.K. Rowling.

Harry Potter e la camera dei segreti. Ediz. illustrata: Vol. 2 
Secondo volume del capolavoro di J.K. Rowling nell’edizione illustrata da Jim Kay

La magia di MinaLima Copertina rigida – Libro illustrato

Che dire di questo libro: superlativo! È un’opera d’arte. Non è il primo che ho di MinaLima e ogni volta questo libri sono una meraviglia per gli occhi. In questo libro illustrato di cui vorrei parlare prossimamente si racconta la storia di come Miraphora Mina e Eduardo Lima furono contattati dalla Warner Bross per creare l’universo dei film di Harry Potter. Nel libro si trovano approfondimenti e retroscena e incredibili elementi interattivi, tra cui la Mappa del Malandrino (vedi foto sopra). Ogni pagina è unica.


Inoltre sempre un regalo di mio marito: “L’inverno dei leoni”- L’edizione è speciale” di Stefania Auci. L’edizione è arricchita da bellissime illustrazioni d’epoca.

Un libro suggestivo, per immergersi nelle atmosfere e nei costumi del tempo e soprattutto questa copia è anche autografata dall’autrice. Non avevo il libro, perché ai tempi ascoltai l’audiolibro, quindi avere questa edizione mi ha reso felice. Grazie maritino!😊 Di questo romanzo e dei “Leoni di Sicilia” di Stefania Auci ho scritto le recensione. Se siete curiosi, cliccate qui (I leoni di Sicilia)

Dintorni

Sempre parlando di libri, da quest’anno sono beta reader dello scrittore Massimo Valentini autore de “Il sogno di Nova”, un romanzo di fantascienza stile Blade Runner, ma con una bellissima storia d’amore tra i protagonisti. Lo ringrazio sempre per la fiducia che ripone in me. ☺️

Inoltre come potete vedere nell’ultima foto, ho deciso di realizzare dei segnalibri con il logo del mio blog. Li vedrete spesso accanto ai libri che leggo. Grazie sempre alla mia amica lagiorgy79 per aver realizzato questa magnifica cover a tema inverno. Con lei stiamo pensando ad altri progetti futuri.☺️

Infine sto seguendo su Disney plus la nuova serie tv di ” Percy Jackson”. Ho letto i libri che ho adorato e posso dire che questa serie finora merita tanto.

Concludo qui questo lungo post: quando tratto questa rubrica, non ne posso fare a meno. Ci sto parecchio a scrivere, a raccogliere il materiale, a realizzare foto, ma è una sensazione di soddisfazione quella che ho nel momento in cui pubblico. Grazie a chi apprezza i miei contenuti. 😊

Vi aspetto come sempre nei commenti,

la vostra blogger Lucia.

Lasciate dei commenti o un mi piace, se vi va. Questi piccoli gesti alimentano il blog.

20/12/2023 Dicembre – Recap di me stessa, letture e dintorni…

Ciao amici,

Natale ormai è alla porte. Il tempo vola e io mi ritrovo alla fine dell’anno a fare il punto della situazione: “Correre, correre e non arrivare a fare le cose che vorrei”. Solo in parte sono riuscita a realizzare le mie idee e i miei propositi, ma meglio di niente, come direbbe qualcuno.

Mi sento schiacciata dai mille impegni, ma cerco di non abbandonare le mie passioni. Non sono riuscita a mettere mano alla mia storia, se non rare volte. Ho scritto solo nel blog, per non perdere l’abitudine di scrivere. Ho letto diversi libri di genere diversi e da questo punto di vista mi sento appagata.

Alle porte del Natale, ho cambiato la mia cover e la mia immagine del blog, come potete vedere. L’immagine è realizzata dalla mia amica Giorgia. Trovate su Instagram i suoi lavori. https://www.instagram.com/lagiorgy79/

Questa nuova cover “a tema inverno” è dedicata alla mia cara amica Raffaella che, come me, ama i libri. Il lampioncino è ispirato alle “Cronache di Narnia” di Clive S. Lewis. Un romanzo che ad entrambe ricorda questo periodo dell’anno.

Dicembre è un mese speciale, perché è il mese in cui sono nata e in cui sono nate delle persone speciali. Poi c’è il Natale con le sue luci e l’atmosfera che lo rende un po’ magico, anche se la frenesia che lo precede non mi piace molto.

Ma continuiamo a parlare di libri…

Le mie Letture

Per concludere quest’anno, sto leggendo il primo volume della “Saga della Corona delle rose” di Gianluca Villano, che l’autore mi ha gentilmente regalato: “Il divoratore d’ombra” Il mondo è ispirato al gioco di ruolo “Dungeons & Dragons”.

Saga della Corona delle Rose – Il Divoratore d’Ombra – Vol. 1

Logren e Crios sono uniti da un’amicizia fraterna, Crios è un prescelto per nascita, Logren è un normale cittadino di Muelnor destinato a una vita ordinaria.
Nella notte in cui Crios rivela a Logren di essere stato chiamato a divenire un Divoratore d’Ombra avvengono strani fenomeni: Logren s’imbatte in misteriose manifestazioni soprannaturali, voci nel Vento e un Bianco Rapace che lo segue furtivamente tra le case della Città Vecchia.
Quello dei divoratori è davvero un destino di gloria?
Logren ha davanti solo una vita ordinaria o non sa di essere più di quello che pensa?
Il male e il bene sono quelli che credono loro?
La forza dell’amicizia riuscirà a influenzare il dipanarsi della trama del destino?

Sono quasi a metà e dopo un inizio difficile, causa il linguaggio troppo artificioso, finalmente mi sono immersa in questo mondo e inizio ad appassionarmi ai personaggi.

Si vede il duro lavoro che c’è dietro la creazione di questa storia che è costituita da cinque libri e l’ultimo è stato pubblicato da pochi giorni. Trovate la segnalazione qui.


In contemporanea sto leggendo un libro regalato dalle mie sorelle per il mio compleanno che cade il 13 dicembre, ispirandosi alla mia situazione: “Scusatemi, ma non posso sedermi” di Adriana Fabozzi. Il libro perfetto per me. Tra risate che si alternano a momenti di pura commozione, questo romanzo fa riflettere sul difficile ruolo di madre e di donna. Peccato per qualche refuso ed errori anche nella trama, che vi lascio sotto in versione corretta. Libro da leggere in un soffio.

“Scusate, ma non posso sedermi” di Adriana Fabozzi

La parola Famiglia non descrive ciò che le pubblicità ci hanno mostrato per anni, né quelle melense serate che si vedono in televisione; non descrive un paradiso, né un inferno, né una prigione. La parola Famiglia può descrivere, invece, un’avventura.
Vi sembra entusiasmante? State molto attenti, perché le vere avventure non sono per tutti. In ognuna c’è un imprevisto, un problema, una difficoltà, un ostacolo, a volte perfino un potente nemico.
D’ accordo, non è questo il caso. Tuttavia, non serve avere il cappello e la frusta per affrontare questo tipo di percorso. Basta un po’ di sana vitalità. Laura, per esempio, ne ha da vendere. Questa è la sua storia, più avventurosa che mai, anche se potrà sembrarvi strano dal momento che si parlerà di case, di fiori, di figli, di liti domestiche, di mariti e di raccomandazioni ai nipotini. Che c’è? Non vi sembra più allettante come prima? Allora aprite questo libro, se avete il fegato. Ma quando arriverete alla fine e vi ritroverete con un sorriso stampato in faccia, il fiatone e magari una goccia di sudore (o è una lacrima, quella?) ricordatevi che le parole in quarta di copertina vi avevano avvisati…


Nel periodo natalizio, riprendo a leggere i racconti contenuti ne “Il Grande Libro dei gialli di Natale” un’antologia di racconti di gialli con sfondo natalizio. Quest’anno ho iniziato con il racconto “Oro, incenso e morte” di Catherine Aird.

Il Grande Libro dei Gialli di Natale

Da Agatha Christie a Ellery Queen, fino ad Arthur Conan Doyle, ma anche Ed McBain o R.L. Stevenson e tantissimi altri, i più grandi giallisti (e non solo) si sono misurati volentieri con il tema natalizio, in tante declinazioni diverse. Questo volume, dalla veste editoriale preziosa ed elegante, ne raccoglie decine, per esplorare le diverse sfumature della festa più amata, da quelle tradizionali a quelle insolite e divertenti, fino a quelle più sconcertanti e spaventose, e persino vagamente trash.

Per il momento mi fermo qui. A proposito sono riuscita a sedermi davanti al pc e scrivere un articolo per il blog, svegliandomi all’alba, mentre tutti dormono, Non ho alternative per dedicarmi alla mia passione. A breve inizierò di nuovo a correre…

Vi abbraccio tutti!

Buone feste!

La vostra blogger Lucia.

Alcune immagini sono prese da internet e costituite da materiale largamente diffuso. Qualora il loro uso fosse soggetto a diritto d’autore, provvederò alla loro pronta rimozione in seguito alla segnalazione via email. L’immagine del post è presa da Pinterest.