Palermo comic convention

22/09/2017 Primo giorno al Palermo Comic Convention

Ieri sono stata alla Palermo Comic Convention e mi sono immersa nel mondo dei fumetti e della fantasia. Ero andata anche per sentire Paolo Barbieri ma, sia perché l’intervista è iniziata in ritardo, sia perché mia figlia si annoiava sono riuscita ad ascoltarlo solo in parte. Ha detto comunque una cosa interessante di cui dovrebbero fare tesoro tutti quelli che sia affacciano al mondo delle illustrazioni o del fumetto: di fare sempre un buon lavoro, quando  ci si cimenta in qualcosa, anche se si tratta di un semplice biglietto d’auguri o se si è sottopagati, perché qualcuno d’importante potrebbe vedere quel lavoro e decidere del vostro futuro.

Tra uno stand e un altro, dove fumetti e libri fantasy e di fantascienza facevano a gara a farsi notare, e qualche cosplayer si mostrava, in attesa della giornata a loro dedicata di oggi, sono stata rapita dal tavolo della scuola del fumetto, dove persone dalla mano magica disegnavano personaggi dei cartoons, personaggi inventati, caricature e tavole di fumetti che via via prendevano forma. Li ringrazio perché in loro ho visto la passione e l’entusiasmo di chi ama quello che fa. Tra questi ricordo: Valeria Orlando, disegnatrice per la De Agostini e Disney, che ringrazio per i disegni, Mario Sciuto per la gentilezza, Daniele Sapuppo disegnatore del nuovo fumetto Capitan Palermo e tanti altri di cui non ricordo i nomi.

Tra gli scrittori ho conosciuto Nicoletta Torregrossa nello stand della sua casa editrice Elpis. Oltre ad aver scritto la saga dei “La custode dei sogni”, è anche una bravissima disegnatrice. Mi ha regalato alcune cartoline illustrate da lei, naturalmente con dedica.

Ho anche visto nella sua uscita da tappeto rosso, piccola e accaldata, con accanto uomini il doppio di lei, la star del telefilm Streghe, Holly Marie Combs nota con il nome di Piper Halliwell.  Per incontrarla da vicino il costo del biglietto parte da 90 euro per arrivare alla cifra esorbitante di 450 euro. Un po’ eccessivo per i miei gusti, ma le star si fanno pagare altrimenti non sarebbero star.

Video di Holly Marie Combs

Infine la serata si è conclusa con il concerto di Cristina D’avena, fantastica donna, che ha incantato i suoi fans. Le sue canzoni dei cartoni mi hanno riportato indietro nel tempo e mi hanno fatto cantare a squarcia gola insieme ad altre ragazze che neanche conoscevo ma con cui c’era qualcosa che ci accumunava: i ricordi e la gioia nel cantare con l’idolo della nostra infanzia.

L’unica pecca è stato il caldo all’interno del padiglione 20 della Fiera del Mediterraneo, non attrezzato a dovere per la manifestazione particolarmente affollata. Nonostante ieri la giornata non fosse particolarmente calda, le mie goccioline di sudore erano così fastidiose che dovevo uscire spesso fuori a prendere aria. E non credo di essere stata la sola.

Per oggi è tutto, vi lascio alcune immagini della giornata di ieri.

(Immagine sopra- Direttamente dalla pagina di Cristina D’avena)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A presto,

Lucia.

2 pensieri su “Palermo comic convention

    1. Lucia Autore articolo

      Soprattutto la serata con Cristina D’Avena: per un po’ sono tornata bambina. Grazie di essere passata, Luce. Un abbraccio.

      Rispondi

Lascia un commento