I guardiani dell’Efterion di Francesco Ambrosio

19/07/2017 I guardiani dell’Efterion di Francesco Ambrosio

Oggi vi segnalo “I guardiani dell’Efterion” di Francesco Ambrosio, un romanzo dove  i guardiani sono luci ed ombre di una guerra eterna tra il bene e il male, che ha  le sue radici in un lontanissimo passato. Scritto con costanza e impegno, l’autore è riuscito a costruire una storia che apparentemente  può sembrare caotica ma che invece ha una sua logica, come tanti pezzi di un puzzle da assemblare fino alla fine.

Sinossi Mettetevi comodi. Una lunga fiaba ambientata nello spazio. Un uomo che scappa da una clinica psichiatrica, una bambina russa che viene condotta contro la sua volontà su un pianetino chiamato Efterion, sulla quale si erge l’omonimo e grande Tronco che con i suoi tanti rami e radici veglia sull’armonia dell’intero universo. La loro storia si incrocerà con quella di altri alieni, fino alla formazione di una vera e propria squadra di guerrieri volta a combattere innumerevoli nemici e cercare di riportare l’armonia e la pace nello spazio, sempre in nome dell’Efterion. La Terra, quindi, è solo il punto di partenza, ma il viaggio continuerà tra pianeti e stelle diverse, spesso molto particolari. Ma da cosa dipende veramente l’oscurità che per secoli ha intrappolato l’universo? Battaglie, tanti nemici, colpi di scena continui, intrighi e segreti oscuri si susseguiranno fino all’ultima pagina, per arrivare a svelare l’origine di tutto.

Costo ebook 1,49 euro

Costo copertina flessibile 17,00 euro

Link d’acquisto qui

 

Estratto

Efterion , il suo nome traeva origine dal grande Tronco che lo sovrastava e lo ricopriva con le sue radici e secondo la leggenda anche dalla prima Entità che aveva regnato su quel pianetino, un alieno chiamato appunto Efterion.

Da esso era stato generato tutto l’universo e ogni suo ramo o radice ne rappresentavano una galassia con tutti i suoi astri. Inoltre il Tronco racchiudeva al suo interno conoscenze a cui nessuno poteva accedere e trasmetteva dei messaggi in codice incomprensibili ai comuni mortali. Solo un essere chiamato Entità Suprema riusciva a recepire e decifrare quelle informazioni per mantenere l’ordine e l’equilibrio nell’universo secondo le indicazioni del Tronco.

L’autore

Francesco Ambrosio nasce a Caserta il 16 dicembre del 1990. Dopo aver conseguito il diploma presso il Liceo Classico Francesco Durante di Frattamaggiore e una iniziale esperienza universitaria, ha intrapreso varie strade che hanno contribuito ad alimentare la sua passione per la scrittura.

Il 22 luglio del 2016 ha pubblicato il suo primo romanzo, intitolato “I guardiani dell’Efterion”, con la casa editrice Bibliotheka Edizioni.

A gennaio 2017 ha inoltre pubblicato su Amazon, in ebook, la fiaba spaziale “Le avventure di Lobo, il pianetino parlante”, premiata il 20 maggio 2017 come prima classificata alla IV edizione del concorso “Libera la fantasia”.

Cosa rappresenta questo libro per l’autore ?

Il libro “I guardiani dell’Efterion” è nato un po’ per caso da quelle che io definivo storie sparse e qualcuno mi disse di metterle insieme per formare un romanzo. Tutto è nato in particolare da una storia che è diventata poi il primo capitolo, intitolato “Le corde dell’universo”. Questo libro per me ha significato tanto sia in fase di stesura che di revisione, fino alla pubblicazione. Il tutto è durato due anni per far sbocciare delle storie inizialmente molto acerbe. I corsi di scrittura in questo senso sono serviti molto a migliorarmi nel modo di scrivere e ad aprirmi la mente sulle infinite possibilità di mettere insieme tasselli che sembravano molto distanti. Costanza e impegno, sono le due parole chiave per riassumere questo romanzo, che ha dato il via anche ad altre cose che ho scritto, compreso il seguito della stessa saga “I guardiani dell’Efterion: Le leggende dello spazio.  Una raccolta di 17 storie, anche abbastanza lunghe e molto particolari, in cui sento che la mia fantasia si è scatenata molto di più rispetto al primo libro.

Efterion e tutti gli altri nomi di personaggi e pianeti, mi sono venuti in mente per caso, alcuni vagamente ispirati anche a personaggi reali o mitologici. Il nome per me è un punto fondamentale da cui partire per creare un personaggio e di conseguenza una storia.

Ciò che posso dire è che non si tratta di un romanzo di fantascienza a mio punto di vista, certo è ambientato nello spazio, ma non ci sono battaglie alla Star wars o spiegazioni troppo tecnologiche e scientifiche agli eventi. Il romanzo è una fiaba ambientata nello spazio. 

Buona lettura,

L.M.

 

 

Lascia un commento