Recensione Cocopa -I vulcani di ghiaccio

15/02/2018 Recensione

Ritorna “La mia rubrica Piccoli e Giovani Lettori”

Ho iniziato a leggere “Cocopa – I vulcani di ghiaccio” perché avevo voglia di qualcosa di leggero, dopo aver letto un libro che mi ha lasciato un profondo senso di angoscia e  di cui parlerò presto.  Allora cosa c’è di meglio di un libro per bambini che parla di sogni.


Cocopa. I vulcani di ghiaccio  di Giorgio Martignoni

Quando a governare sono i sogni dei bambini…

 

Costo cartaceo euro12.90

Costo ebook euro 4,99

Pag 208

Link d’acquisto qui

Editore Fanucci

Data di pubblicazione 17 gennaio 2018

 

 

Sinossi

Yeyewata è un piccolo villaggio di palafitte dove vive una libera comunità di bambini che si autogoverna con i propri sogni e dove non esiste la proprietà ma tutto viene condiviso. Qui i sogni godono di una tale importanza da essere utilizzati per trovare risposte ai problemi della vita quotidiana. Al compimento dei dieci anni, infatti, ogni membro della comunità deve raccontare il proprio sogno per inserirlo nel grande Libro. Ma quando arriva il suo turno, Cocopa ha da raccontare solo incubi. E per evitare di rovinare l’equilibrio dell’intera tribù, il giovane decide di intraprendere un lungo e avventuroso viaggio alla ricerca dei suoi peggiori incubi e paure per poterli finalmente affrontare…

La mia recensione

Cocopa– I vulcani di ghiaccio è un libro divertente, simpatico che insegna a grandi e adulti tante cose.

Primo fra tutti il raggiungimento dei propri obiettivi senza mai mollare nonostante le difficoltà e nonostante nessuno creda a quello che dici.

Poi saper condividere i propri beni  e  aiutare gli amici, perché Cocopa, un bambino di dieci anni che vive in un villaggio un po’ speciale,  nonostante sia un po’ folle nel voler sconfiggere i propri incubi, viene aiutato senza remore da un gruppetto di amici fino alla fine del viaggio.

I sogni di questo piccolo guerriero sono così orrendi che Cocopa ha paura che contagino l’intero villaggio dove lui vive.

Yeyewata è infatti un piccolo villaggio di palafitte dove abitano solo bambini che vivono di cose semplici e condividono tutto, anche i sogni.  A dieci anni a turno si diventa rebubula. Ogni rebubula deve scrivere i propri sogni su un libro dei sogni, da dove si traggono gli insegnamenti per la vita quotidiana del villaggio.

“ Il rebubula viveva nella capanna più alta, dalla quale si vedeva tutto il villaggio, le mongrovie della costa, le spiagge e la foresta appena dietro. Da un balconcino pendeva un’altalena, e dondolare da quell’altezza era un’emozione riservata ai rebubula o ai gabbiani. I ciondoli di conchiglie alle finestre suonavano mossi dal vento…”

Un villaggio dove la gara dei rutti è una gioco divertente e ai partecipanti non interessa vincere ma solo divertirsi. Se arriva un elemento di disturbo come un delfino, allora il gioco si fa più bello. Nuotare e tuffarsi con lui diventa qualcosa di magnifico che tutti vorrebbero fare, lasciando perdere qualsiasi forma di competizione.

Diventare rebubula a dieci anni è importante per qualsiasi bambino di Yeyewata e per Cocopa e i suoi amici diventa qualcosa che li porterà ad affrontare pericoli inimmaginabili, ma che con il coraggio di chi non si arrende li farà andare avanti per diventare sempre più coraggiosi.  Infine aggiungo che i personaggi di questa storia  hanno un modo di esprimersi tutto loro, che all’inizio potrà far storcere il naso ai lettori, ma poi diventerà parte della trama e divertirà sempre più.

“OPA! OPA! OPAAA!!”

Il ballo, il canto, i sogni, l’amicizia  e delle simpatiche illustrazioni accompagneranno Cocopa e il lettore nel lungo viaggio alla ricerca dei  Vulcani di ghiaccio.

Consigliato ai bambini sopra i 9 anni  e agli adulti che per un po’ vogliono diventare dei piccoli sognatori .

Il mio voto è

4 pinguini lettori.

Ringrazio la Fanucci Editore per questo libro.

A presto con le mie recensioni,

Lucia M.

I commenti sono sempre molto graditi.

Se vi piace questo blog e volete seguirlo, potete farlo iscrivendovi alla newsletter che trovate a destra nella barra laterale inserendo la vostra email o/e seguirmi su facebook o google+. Grazie. 

3 pensieri su “Recensione Cocopa -I vulcani di ghiaccio

Lascia un commento