Archivi tag: segnalazione

08/11/2018 Segnalazione “Il risveglio dell’Albino” Saga dei Cieli del Sole Morente di Franco Giacoia

Ciao cari amici lettori,

oggi il blog torna con una nuova interessantissima segnalazione. Quando si tratta di libri ed autori, mi piace approfondire, inserendo qualche curiosità su di loro, come noterete anche in questo post. 

Per il resto, quali letture vi stanno facendo compagnia in questi giorni?

Io, ho letto libri veramante piacevoli e, mi appresto a leggerne di nuovi, tutti di autori italiani, che non saranno da meno. Ho fatto tanti acquisti in libreria, e ho ricevuto, in regalo,  anche qualche bel libro. Per fortuna! Altrimenti avrei prosgiugato il portafoglio. In un prossimo post, infatti, ve ne parlerò volentieri. Intanto godetevi questa bella segnalazione e lasciatemi un saluto o un commento, se vi va.

Immagine correlata

Segnalazione

“Saga dei Cieli del Sole Morente” di Franco Giacoia

“Il risveglio dell’Albino”

I cieli del sole morente: Il risveglio dell'albino di [Franco Giacoia, Palmiro Mignini]

Editore: Astro Edizioni (25 giugno 2018)
Pag: 348
Costo ebook: 1,99 euro
Costo cartaceo: 13,00 euro
Genere: Fantascienza e fantasy
https://www.amazon.it/cieli-del-sole-morente-dellalbino-ebook/dp/B07DZ2XCCS
https://www.facebook.com/icielidelsolemorente/

Sinossi

Un’inspiegabile glaciazione si sta abbattendo su Akarthia, flagella le terre e costringe la popolazione ad abbandonare tutto, in cerca di salvezza. Sordo alle richieste di aiuto del suo popolo, l’imperatore decreta il blocco delle isole interne e schiera la flotta per impedire l’approdo di nuovi profughi.
Nella base di Enthusia, la situazione per la Resistenza si fa ogni giorno più disperata. Il comandante Nasedo e i suoi compagni, l’aviopilota Nadir, il legionario disertore Lanthis e la druida Yumi, mettono a repentaglio le proprie vite per raccogliere nuove scorte e salvare i sopravvissuti delle isole più esterne.
Saranno loro a risvegliare un essere che sembra l’incarnazione di antiche leggende. Dice di chiamarsi Jonathan, e non sa nulla di Akarthia, del pericolo che incombe né del proprio scopo. Solo un monito affiora dal suo passato: Da quel momento tu vivrai… Soltanto trenta giorni…


Estratto..

La sua mente si attivò prima del corpo. Recependo un generale intorpidimento dei muscoli, inviò il comando ad accelerare la circolazione sanguigna per aumentare la temperatura corporea. Qualcosa di umido lo avvolgeva, le sue mani incontrarono una certa resistenza nel muoversi all’interno di uno spazio limitato. Le informazioni provenienti dell’epidermide vennero decodificate come “freddo”, “bagnato” e “chiuso”. Una volta che le ebbe assimilate si guardò intorno. Si trovava dietro un vetro, immerso in un liquido gelido. “Sono sveglio” fu il primo pensiero che la sua mente cosciente riuscì a elaborare.

Attraverso il vetro e la soluzione che gli sciabordava nelle orecchie, riuscì a percepire le onde sonore dall’esterno dell’involucro. Non era solo, i suoni avevano frequenze diverse, ma ancora non era in grado di decodificarli. Istintivamente, e senza che questo interrompesse il flusso dei suoi pensieri, il cervello cominciò a comparare i fonemi con quelli dei vocabolari memorizzati, in cerca di corrispondenze.

Comprese, senza sapere come, che il tempo a sua disposizione stava per scadere.

Il portello pressurizzato si schiuse lentamente. Il liquido di stasi si riversò fuori. Tubi, sonde e flebo si staccarono dal suo corpo mentre veniva trascinato fuori dal risucchio. Qualcosa non andava: solo ora si accorgeva della pressione liquida nei suoi polmoni. Cominciò ad annaspare e tossire, il petto scosso dalle convulsioni mentre espelleva il fluido di sospensione con dolorose contrazioni. Inspirò aria e odore di metallo, pellicce bagnate, sudore, sorpresa e paura.

È questo, dunque, quello che si prova“, pensò aprendo gli occhi per la prima volta.

Una voce indistinta risuonò nella sua testa, come in risposta al suo pensiero: “… da quel momento, tu vivrai…”.


Curisità sul libro…

La trilogia nasce da un’idea di alcuni amici che, in occasione della finale nazionale del circuito gdr Italia del 2005 tenutasi a Grottammare (AP), svilupparono un modulo d’avventura per Dungeons & Dragons alternativo: un’ambientazione originale che racchiudesse insieme elementi tecnologici e del fantasy classico; ed ecco che nacque la tecnomanzia, la magia che combina scienza e arcano. L’ idea fu quella di introdurre l’arte psionica, ossia i poteri della mente di cui alcuni personaggi sono dotati. Dal background corposo dei personaggi e dalla trama dell’avventura in sé nacque l’eventualità di farne un romanzo. Poi, man mano che la storia si sviluppava, altre idee vennero aggiunte creando così un calderone di possibilità infinite al punto che mi resi conto che sarebbe stato impossibile racchiuderle in un solo libro.


 Breve biografia Franco Giacoia

Franco Giacoia, nato a San Benedetto del Tronto (AP) il 24-11_1970. Suoi racconti di genere vario sono apparsi in diverse antologie, tra cui AA.VV. 3 di Scriptorama e La semantica del crimine di Fernandel editore. “Il risveglio dell’albino” (Astro Edizioni, 2018) è il suo primo romanzo, e il primo volume della trilogia I cieli del sole morente.

Risponde l’autore…

Riguardo alla mia passione per la scrittura (non solo fantasy) occorre tornare a ritroso nei decenni, ma è stato solo frequentando corsi base e avanzato di scrittura creativa nel 2015, oltre a una serie di workshop con autori affermati e seminari vari, che ho scoperto quanto difficile fosse il compito di uno scrittore. C’erano regole e principi di cui ignoravo completamente l’esistenza che, applicati con metodo, mi hanno permesso di maturare tantissimo. Oltre alla trilogia (la stesura del secondo capitolo è completa ed è in attesa di editing), ho lavorato su racconti per antologia di autori vari (vedi biografia) e in questi giorni ho ultimato un racconto breve per un’antologia di autori marchigiani, ognuno dei quali parlerà della propria area geografica (nel mio caso ho scritto un racconto sulla San Benedetto del Tronto martoriata dai bombardamenti del ’44;

Breve biografia co-autore Palmiro Mignini

Lettore di tutto ciò che è fantasy (ma non solo) e attore teatrale, è ideatore di avventure per giochi di ruolo, tra cui Dungeons & Dragons e Call of Cthulhu. È co-creatore della trilogia I cieli del sole morente.

Immagine correlata

Allora amici, il libro vi ha incuriosito? Lasciate pure un commento e se avete altre curiosità da chiedere, io o l’autore,  saremo lieti di rispondere. 

A presto,

la vostra blogger Lucia.

I commenti e le vostre opinioni sono sempre graditi. Se vi piace questo blog e volete seguirlo, potete farlo iscrivendovi alla newsletter che trovate a destra nella barra laterale inserendo la vostra email o/e seguirmi su facebook, istagram  o google+. Grazie mille!

Il materiale (sinossi, cover, promozione etc…) è stato fornito dall’autore per scopi pubblicitari.

Segnalazione “Il risveglio del lupo” di Barbara Repetto


Buongiorno amici,

oggi sembra proprio una giornata autunnale  e viene voglia di starsene a casa a poltrire un po’, invece solita sveglia alle 6,30, corsa per preparare le bimbe, lasciarle a scuola e finalmente libera dedicarsi a se stessa. Invece no, le solite mille faccende ti chiamano a tornare al tuo posto…Sigh! Intanto vi lascio, e scappo subito a lavoro, con questo interessante fantasy di un’autrice, Barbara Repetto, anche lei mamma e moglie come me. 

Immagine correlata

Segnalazione “Il risveglio del lupo” di Barbara Repetto


Titolo: Il Risvegliodel Lupo
 
Serie: Il Ciclo deiGuerrieri del Sole
 
Genere romanzo:Fantasy
 
Data pubblicazione: 12 luglio 2018
 
Casa Editrice:Lettere Animate Editore
 
Pagine: 242

Prezzo sul sito Amazon:Cartaceo 11,90€ – Kindle 2,99€ (variabile)
 
Formato: Cartaceo,ebook

Trama

La Terra del Vespro è in guerra da anni, e la guerra non risparmia nessuno. Cederik dovrà purtroppo fare i conti con questa dura realtà, ritrovandosi a soli tredici anni catapultato in un mondo estraneo e violento, privato dei suoi cari e dei suoi beni, senza alcun tipo di speranza per il futuro. Malgrado la nuova condizione d’impotenza, il giovane protagonista non si darà per vinto: accanto al suo padrone e maestro Ser Nemo riconoscerà lo spirito del guerriero che è in lui, e con determinazione e coraggio forgerà un nuovo destino.

Estratto

Al mondo, tutti nascono con una vocazione: c’è chi ha la musica nel cuore, chi la poesia nello spirito, chi possiede la conoscenza della terra nelle mani e chi, come me, sente qualcosa di più vasto scorrergli nel sangue, una forza potente, il richiamo di un luminoso destino al quale sa di appartenere, come l’acqua al mare, come le stelle al cielo. Un fiume, per quanto nasca da ripide montagne, non può cambiare il suo corso, non importa quanta strada dovrà percorrere, prima o poi accetterà il suo fato e si unirà a qualcosa più grande di lui, portando a compimento ciò per cui è nato, trovando infine il proprio posto, la sua parte nel tutto.  Nello stesso modo, un giorno, anch’io avrei compreso e trovato il mio posto nella Terra del Vespro.


Qualche curiosità….. Questo primo libro della saga è adatto a tutti, agli amanti del genere fantasy e non. Il tema dell’adolescenza, descritto minuziosamente dall’interno, mediante le esperienze dello stesso protagonista, lo identifica come romanzo di formazione. Consigliato a chi ama le ambientazioni medioevali, i viaggi e immedesimarsi nei personaggi.

Progetti futuri: Come mamma e moglie, il tempo dedicato alla scrittura è veramente ridotto, tuttavia, avendo trovato una casa editrice nella quale mi sento davvero “a casa”, incoraggiante e sempre piena di iniziative, l’entusiasmo e la volontà di scrivere restano alti. Ho intenzione di terminare la saga (che dovrebbe contare un totale di nove libri, più eventualmente qualche breve spin-off), ma di cimentarmi anche in altri generi, dal distopico allo storico, dall’autobiografico alla narrativa.

Fonte di ispirazione: Ho avuto la grandissima fortuna di crescere in campagna, in pieno contatto con la natura. Questo ha sicuramente contribuito alla creazione degli scenari fantasy e fiabeschi presenti nella saga. Per il resto, traggo ispirazione da tutto ciò che mi circonda. Amo moltissimo i libri e le serie tv, il mio sabato sera ideale è quello passato sul divano sotto il plaid, con un buon libro o il telecomando in mano. Scrivo ovunque, dalla fermata dell’autobus alla coda all’ufficio postale, ma il must rimane in poltrona, con incenso e candele accese, musica celtica in sottofondo, e lo screensaver di un caminetto acceso sullo schermo del televisore (appena divento ricca e famosa, potrò finalmente permettermene uno vero!)

Per oggi è tutto, spero che questo romanzo abbia suscitato la vostra curiosità,

A presto, 

la vostra blogger Lucia. 

I commenti e le vostre opinioni sono sempre graditi. Se vi piace questo blog e volete seguirlo, potete farlo iscrivendovi alla newsletter che trovate a destra nella barra laterale inserendo la vostra email o/e seguirmi su facebook, istagram  o google+. Grazie mille!

Il materiale (cover, sinossi, etc..) è stato dornito dall’autrice per scopi pubblicitari.