18-04-20 Vi parlo di “SteamBros Investigations – Brothers War” di Alastor Maverick e L. A. Mely

Ciao amici lettori,

so di essere latitante in questo periodo. Non ci crederete, ma se prima della quarantena passavo dal mio blog almeno due volte al giorno, adesso capita che non lo guardo anche per due giorni di fila. Questo mi manca tantissimo. Gli impegni sono aumentati, le letture sono diminuite e la stanchezza non vi dico, ma l’importante è stare bene, continuare a sperare che ci saranno tempi migliori. Approfittando dei pochi giorni di vacanza di Pasqua, tregua dalla scuola, ho iniziato a scrivere del terzo e ultimo (forse) romanzo della trilogia  di Alastor Maverick e L. A. Mely: “SteamBros Investigations – Brothers War”. Finalmente l’articolo è completo ed eccomi per presentarlo a voi. Scopritelo con me!

SteamBros Investigations – Brothers War”

di Alastor Maverick e L. A. Mely

Link d’acquisto qui

Quarta di copertina:
Grazie alle loro indagini, i fratelli Hoyt hanno scoperchiato il vaso di Pandora. Londra è in guerra.
Le crudeli e avide mani di Damaskinos e del suo esercito di metallo mirano al trono della regina Vittoria, ma un manipolo di mercenari gli si oppone eroicamente. Nicholas e Melinda si troveranno al centro del conflitto, scoprendo di non essere da soli nella lotta. Riusciranno a trovare la verità sul destino di Emma? Il loro acume li salverà dal pericoloso despota? Riusciranno ad appianare le loro divergenze, aggravate dagli eventi, evitando un conflitto tra fratelli?
“Ogni vero viaggio presuppone che si accetti l’imprevisto, qualunque esso sia. Anche quello di non essere più ciò che si era prima di partire.”


Un romanzo che mi ha tenuto compagnia per qualche giorno e mi ha dato modo di distrarmi un po’. Il genere è steampunk, quindi è uno di quei romanzi di nicchia, indirizzato ad un determinato pubblico. Per chi non lo sapesse  nello steampunk si trovano storie ambientate durante l’epoca vittoriana, ma aggiungendo tecnologie anacronistiche.

Dei primi due romanzi, “SteamBros Investigations “L’armonia dell’imperfetto” e “L’anatema dei Gover”, ho scritto anche la recensione che trovate qui

Dato l’affetto che nutro verso i protagonisti e gli autori, ci tenevo a presentarlo nel mio blog.

Questo terzo romanzo sotto molto aspetti è migliore, anche perché aggiunge novità e sorprese. Risulta più dinamico sotto tanti punti di vista e aggiunge personaggi storici di un certo livello, come, lo scienziato Tesla, la Regina Vittoria e il suo consigliere Abdul. Anche i due protagonisti, Melinda e Nicholas, subiscono  diversi cambiamenti, in meglio.

Non manca il Cattivo con la C maiuscola, come direbbero i due autori, Lord Damaskinos, un personaggio ben caratterizzato. Il suo odore nauseabondo mi accompagna ancora.

Ritroviamo di nuovo Sherlock Holmes e non vi dico in quale momento della storia. Poi il ritorno di vecchi personaggi e la comparsa di nuovi che renderanno la storia più coinvolgente.

Non ci sarà nessuno caso da risolvere, anche se mi sarebbe piaciuto, mentre la storia è più incentrata sul caso di Emma Hoyt, sorella maggiore di Melinda e Nicholas. I flashback ci aiuteranno a scoprire chi era e perché anni prima sia sparita misteriosamente, sconvolgendo la vita dei fratelli Hoyt.

Una delle cose che mi è piaciuta in questo romanzo è stato l’aggiunta, alla fine di ogni capitolo, di frasi scritti dagli stessi autori.

Quando tutto torna in silenzio e ogni cosa trova un nuovo ordine, comincia la costruzione di una nuova vita.

Per il resto, forse avrei migliorato alcune cose del romanzo di qua e di là, come descrizioni non sempre accurate, ma la storia scorre veloce, il mistero che avvolge la vita di Emma Hoyt sarà risolto e il cattivo, beh, non posso dirlo, sarete voi a scoprire chi è e che fine farà.

Non aggiungo altro, se volete conoscere le avventure dei fratelli Vapore, Melinda e Nicholas, non vi resta quindi che leggere la storia dal primo capitolo, forse non il migliore, ma sicuramente l’inizio di una bella avventura.

Bravi Alastor e L. A. Mely, aspetto di leggere delle vostre nuove storie.

Di seguito trovate  informazioni sul romanzo e qualcosa sugli autori.  La cover come sempre è magnifica. Guardate le prime due.

Oltre ad aver recensito i primi due romanzi della trilogia di SteamBros Investigations, tempo fa ho anche intervistato i due autori. Quindi se volete conoscere qualcosa in più su Alastor Maverick e L. A. Mely vi consiglio di leggere l’intervista. La trovate qui

Alastor Maverick

Da sempre appassionato di scrittura, col tempo sviluppa una predilezione per le ambientazioni steampunk. Si sente a proprio agio nel muoversi tra le costruzioni gotiche dell’epoca Vittoriana inserendo in essa tecnologie anacronistiche in grado di sconvolgere la storia così come la si conosce. Tra le sue conoscenze trova un valido supporto in un’amica che condivide le sue stesse passioni. Insieme a lei da vita a un’idea che cresce fino a divenire romanzo. SteamBros Investigations – L’armonia dell’imperfetto.

L.A. Mely

Nasce alla fine degli anni ’70 e ma cresce negli anni ’80 a cui resta affezionata in maniera nostalgica. Fin da piccola ha sempre dimostrato spiccata curiosità e spirito di osservazione. La passione per la scrittura nasce quando è molto piccola per potersi creare, da sola, le storie che vuole vivere con la fantasia. Dopo quindici anni di puro blocco creativo, conosce in un gioco di ruolo fantasy Alastor Maverick e decidono di provare a creare qualche cosa a quattro mani. Scoprono di avere entrambi la stessa visione della lettura, entrambi scrivono per immagini. Per quanto siano molto diversi i loro stili si completano. La macchina degli SteamBros si mette in moto e non si sono più fermati.


Per oggi è tutto, spero che questo romanzo vi abbia incuriosito.

Aspetto come sempre i vostri commenti,

Lascia un commento